“I Dare You Book Tag”

Sono circa due anni che su questo blog non compare un book tag, e ne sentivo quasi la mancanza. Girovagando ho trovato questo, forse il più curioso e interessante. Devo riprendere a scrivere, userò questo escamotage come palestra, spero apprezzerete.

Le domande sono 19 e le ho tradotte dall’inglese. Ovviamente tutti invitati a farlo! Lasciatemi il link ai vostri.


Il libro che da più tempo è nella tua libreria?
Fisso, lì in alto a destra c’è Il Signore degli Anelli. Su quello scaffale dal 2002. Non è stato il mio primissimo libro, ma gli altri non li tengo più.

Lettura in corso, ultima e prossima?
In corso una pigna di cose incominciate e lentamente portate avanti, tra cui: Le Otto Montagne di Cognetti, che sto gustando un passettino alla volta (e di cui presto leggerete una recensione) e una sfilza di graphic novel che mi è ripreso il palli15725031no (vi parlerò anche di questo).
Della mia ultima lettura potete trovare la recensione qui (spoiler: è La Casa per Bambini Speciali di Miss Peregrine).
Prossima lettura: Sette Minuti dopo la Mezzanotte di Patrick Ness.

C’è un libro che tutti hanno amato, ma che tu hai odiato?
Ce ne sono molti. Forse quello verso cui nutrivo più aspettative è Hunger Games. Poteva essere una saga interessante, invece è strutturata male e noiosa. Perdonatemi.

C’è un libro la cui lettura continui a rimandare?
Anche qui, ce ne sono diversi. I più rosicati sono: la serie fantasy di Sapkowski e il Ciclo delle Fondazioni di Asimov. Quando entro in una libreria dico sempre: “Ora me li prendo, ora me li prendo”, ma poi la mia attenzione viene catturata da altro.
Ma, giuro, li leggerò il prima possibile.

Un libro che ti tieni per la pensione?
Un qualsiasi classicone che fa rima con mattone, come Guerra e Pace. 

Ultima pagina: la leggi subito o aspetti fino alla fine?
Quando ero più giovane e spensierata la leggevo subito, spulciando anche tra i capitoli (e beccandomi di quegli spoileroni…), ma ora preferisco aspettare.

Prefazione: utile o inchiostro sprecato?
Utilissima. Se fatta bene fornisce un quadro d’insieme essenziale per poter comprendere l’opera, soprattutto di un classico. Di certi romanzi ricordo più la prefazione della storia, come quella di Siddharta e di Orgoglio e Pregiudizio (dipende dall’edizione, ovviamente).

Con quale personaggio scambieresti vita?
Come faccio a sceglierne solo uno?!
Senza pensarci sceglierei Eowyn (da Il Signore degli Anelli), algida e coraggiosa.
Riflettendoci, forse, preferirei essere Elizabeth Bennet (da Orgoglio e Pregiudizio), per poter vivere nella campagna inglese ottocentesca. Intelligente e sarcastica, si è accaparrata Mr. Darcy. Dai, devo aggiungere altro?

Hai un libro che ti ricorda un preciso momento della tua vita?
Direi Le Pietre Magiche di Shannara. L’ho letto in prima media e mi ricordo che passavo i pomeriggi sul letto, ascoltando in loop l’unico disco dei Beatles che avevano i miei, scoprendo così LA band per eccellenza (oltre a uno dei miei libri preferiti, ovvio).

Hai un libro che hai acquisito in una particolare circostanza?

Si, è un saggio e lo consiglio vivamente: Hiroshima di John Hersey (giornalista e vincitore di un Premio Pulitzer), è il racconto di sei sopravvissuti alla bomba atomica. Ho avuto la fortuna di trovarlo abbandonato alla stazione di Genova Pra. Tra l’altro è l’edizione con le pagine aggiuntive: un capitolo conclusivo in cui l’autore intervista i soprav9788838481512_0_0_317_80vissuti quarant’anni dopo la prima pubblicazione. La stazione di Genova Pra è il deserto assoluto, cosa ci facevo lì? Gare di canottaggio. Padrone del libro, se mi stai leggendo: “Grazie!”.

Hai mai dato via un libro per un’occasione speciale, o una persona speciale?
No, non che io ricordi. Se un libro mi piace e voglio regalarlo lo ricompro.

Quale dei tuoi libri è stato in più luoghi?
Quelli che porto con me quando viaggio.
Ma sicuramente il record lo detiene L’amico Ritrovato di Uhlman. Perché l’ho tenuto in borsa quasi sei mesi, per leggerlo sul treno. Si, sono cento pagine, lo so. Non è che l’ho letto in sei mesi, è che me ne sono dimenticata.

Quale è stata una lettura obbligatoria a scuola che hai apprezzato solo dopo?
Il Ritratto di Dorian Gray, mi fece proprio schifo. Ora lo posso apprezzare molto di più.

Libri usati o nuovi?
Entrambi. Ho trovato di quelle chicche al Libraccio per soli due euro…
E molte prime edizioni in negozi dell’usato.
Leggo diverse novità, per cui è ovvio che compro anche libri nuovi. E poi adoro perdermi ore nelle librerie.
Comunque dipende dal libro, se mi piace particolarmente lo compro nuovo.

Hai mai letto Dan Brown?
No, mai.
(Ma che c’entra ‘sta domanda?) 

Hai mai visto un film più bello del libro?
A iosa. Non è mica detto che un romanzo è sempre meglio del film, e non è vietato ammetterlo, molti pensano che possa venir screditata la loro reputazione da lettori/amanti dei libri. Ca**ate!
Stanley Kubrick diceva che si fanno bei film solo da brutti libri.
Ho già citato Hunger Games, vero? Ecco, i film sono meglio.
Trainspotting.
Shining.
Fight Club.
Poi, oh… “i gusti son gusti”.

Un libro che ti ha messo fame?
Nessuno in particolare. Non sono una a cui viene fame se legge di cibo.

Da chi prendi consigli letterari?
Da tutti, da voi, dal web, da chi conosco…
Certo deve essere un consiglio coerente con le mie preferenze di lettura. Non venitemi a consigliare Nicholas Sparks, ecco.
Comunque prima dell’acquisto mi interesso sempre, non seguo mai alla cieca i consigli.

C’è un libro fuori dalla tua comfort zone (generi letterari) che hai amato?
Molti. Ve ne cito un paio: Dieci Piccoli Indiani di Agatha Christie (che rimane uno dei miei preferiti), perché non sono solita leggere gialli (nonostante ami Sherlock Holmes…); l’altro è una lettura recente e potete trovare la mia recensione qui (È Arrivato l’Arrotino di Anna Marchesini).


Grazie della lettura, alla prossima!

Martina V.

Annunci

9 pensieri su ““I Dare You Book Tag”

      1. Anch’io ti ringrazio per l’educazione che dimostri nel rispondermi sempre quando ti scrivo: leggo e commento regolarmente i tuoi post da oltre due anni, e in tutto questo tempo tu non hai mai ignorato un mio intervento. Buona notte! 🙂

  1. “Hai mai letto Dan Brown?” mi ha fatto cadere le braccia.
    Le altre domande sembrano divertenti!
    Risposte interessanti, devo dire.
    Condivido TOTALMENTE ciò che hai scritto su Hunger Games.
    Anzi: vedrai presto cosa penso io… 😉

    Figo! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...