“La casa per bambini speciali di Miss Peregrine” di Ransom Riggs

9788817058568_0_0_769_80.jpg

Titolo originale: Miss Peregrine’s Home for Peculiar Children
Autore: Ransom Riggs
1ª ed. originale: 2011
1ª ed. italiana: 2012
Genere: romanzo fantasy
Editore: Rizzoli
Pagine: 382 p.

Quarta di copertina: quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d’altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l’oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all’orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d’epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che – protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo – si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

L’autore: nato in Florida nel 1979, Ransom Riggs vive a Los Angeles ed è autore di cortometraggi, scrittore di viaggi, collezionista di fotografie d’epoca e blogger. In Italia ha pubblicato con Rizzoli la trilogia di Miss Peregrine, composta da La casa dei ragazzi speciali (2011), Hollow City (2014) e La biblioteca delle anime (2016). Dal primo romanzo è stato tratto il film di Tim Burton con Eva Green, Samuel L. Jackson e Rupert Everett, prodotto dalla Twentieth Century Fox.


Ransom Riggs è un grande collezionista di antiche fotografie, ne è talmente affascinato che, inizialmente, questo romanzo doveva essere solamente una raccolta di immagini. Non c’è da stupirsi se la grande colonna portante di questa storia sono proprio le fotografie a stampo vintage, inquietanti e paradossali, scatti che ci riportano a una vecchia esistenza, e a una che ancora ci mancava di leggere.

La Casa per Bambini Speciali di Miss Peregrine è il primo romanzo della trilogia composta anche da: Hollow City e La Libreria delle Anime. 

Raggiunto il massimo successo recentemente, grazie anche all’adattamento cinematografico di Tim Burton, ragione per cui si possono trovare nuovissime edizioni.

 

97a2264495de503f9759936830a896db.jpg

Pregio di questi romanzi sono, senza dubbio, le fantastiche impaginazioni e dettagli delle varie ristampe. Se volete spendere poco consiglio quelle della best BUR (Rizzoli) che costano solo 10€.

Esiste anche un romanzo grafico, realizzato da Cassandra Jean.


Una storia fantasiosa, ma con solide radici logiche. Una trama nuova, avvincente, brillante e mai banale; una scrittura molto scorrevole e alla portata di tutti.

 

Narrazione (in prima persona) cruda, autentica, forse non adatta a chi frequenta ancora le elementari.

Hollodraw.jpg

Una trilogia ricca di particolari, in cui si mescolano sapientemente elementi soprannaturali a riscontri quotidiani (come, ad esempio, la morte di un parente e il disturbo acuto da stress).

I personaggi sono tutti interessanti, ma due in particolare mi hanno colpito: Jacob, il protagonista, ritrovatosi immischiato in qualcosa di troppo difficile da affrontare, per un ragazzo della sua età, diviso tra il ricordo del nonno e la sua nuova realtà; e Miss Peregrine, la direttrice della scuola dalla corazza dura, ma dal cuore tenero.

Il ragazzo cresciuto con le storie fantastiche del nonno, ma che decide di smettere di crederci per entrare nel mondo degli adulti, perdendosi in un labirinto dell’orrore fatto di insicurezze e paradossi. Parte per un viaggio, con lo scopo di scagionare per sempre la follia del compianto nonno e liberarsi per sempre del dubbio. Come in ogni viaggio che si rispetti, Jacob non dovrà affrontare solo i suoi di demoni, ma aiutare anche i suoi nuovi amici, con risvolti romantici al limite dell’inverosimile.

La caccia ai mostri è aperta.


Consigliato a tutti, ma soprattutto a chi ha smesso di credere alle favole del nonno e al mondo della fantasia.

Grazie della lettura,

Martina V. 

 

Annunci

6 pensieri su ““La casa per bambini speciali di Miss Peregrine” di Ransom Riggs

  1. Pingback: “I Dare You Book Tag” – Il lato oscuro delle parole

  2. Da come lo hai descritto sembra fantastico!
    Sarò sincero: io NON conoscevo né l’opera né il film di Burton. Non ho letto il primo né visto il secondo, certo, ma a dire il vero non ne sapevo dell’esistenza!
    Ho fatto bene a pubblicizzarti 😉 Almeno ho altro da mettere nella mia lista di “cose che farò lontanamente perché troppo impegnato”.

    Articolo interessante ancora una volta, Martyne 😉
    Scrivi più recensioni di libri e meno recensioni di film così capisco di più eheheh! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...