Carnevale

La mia mente è un terra arida

tutto si sgretola tra le mani

brullo è il cuore

sterile è l’anima.


Il sorriso puro

dai bianchi orizzonti

l’ho contaminato con scure intenzioni

perdonami se puoi candido amore.


Ombre dal destino fatale

incombono su di noi

per recarci in buie grotte

ove non si odono echi.


Un carnevale di proibite emozioni

ti farò provare

quando la luna sarà passata

e la mia terra nuovi frutti avrà.


Martina.

Annunci

2 pensieri su “Carnevale

  1. Ammetto di essere uno dei peggiori nonché feroci critici di sto mondo.

    Però…mi piace un casino sta poesia.
    Sarà che incarna perfettamente i principi di astrattismo e interpretazione parziale che mi piacciono di questo genere.
    Sarà l’aria e portata ”decadente” (amo il decadentismo come lo strudel).
    Sarà la l’incontro-scontro tra il Carnevale e la scorrevolezza dolcemente negativa della poesia.

    Brava 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...