Mad Max: Fury Road di George Miller (2015)

Quel vecchio genio di George Miller è tornato alla regia della serie post apocalittica più bella di sempre.

Fury Road è il quarto episodio della saga, iniziata nel 1979 con Interceptor (con Mel Gibson nei panni di Max Rockatansky), e ne è il sequel.

  • Mad Max, Il Guerriero della Strada, è un ex poliziotto che ha perso la sua famiglia e che ora vaga nel deserto/outback australiano, a bordo della sua V8 Interceptor.

L’ambientazione desertica è un futuro distopico e apocalittico, dove acqua e benzina sono beni introvabili e preziosi, monopolio di Immortan Joe.

  • Immortan Joe è il capo dei Figli di Guerra e governa sulla Cittadella.

L’inizio della trama: Max viene catturato dagli uomini di Joe e usato come donatore di sangue per i loro feriti. Nel mentre, Furiosa, guida un’autocisterna per andare a recuperare benzina, ma esce dalla Fury Road, con lo scopo di mettere in salvo le Cinque Mogli di Joe (donne sane e fertili, destinate a dare figli). I Figli di Guerra (con appresso Mad Max) si gettano all’inseguimento.

hekhd7g1ddmnboxclncm.jpg

A fare da sfondo ai combattimenti e alle fughe il delicato tema della libertà e della maternità, intesa come opzione e non come obbligo.

Charlize Theron pelata è divenuta un simbolo di forza femminile, un esempio per tante ragazze e un marchio di fabbrica femminista.

Millie Bobby Brown (Eleven in Stranger Things) si è convinta a tagliare i capelli, per la parte, dopo aver visto come recitava la Theron.

Tom Hardy (Max) è un attore strepitoso in qualsiasi parte reciti, per cui era inevitabile che fosse perfetto.

mad-max-fury-road-poster.jpg

Un film colorato, feroce, violento, rabbioso e audace.

Una delle migliori pellicole del 2015.

  • L’unica cosa che lascia perplessi è il chitarrista che lancia fiammate durante gli assoli, robe che manco Jimi Hendrix si sognava… ma nel complesso scenografico non stona.

Ottime sceneggiatura, scenografia, musiche e costumi.


Il film vanta numerose candidature agli Oscar, aggiudicandosene ben sei: miglior trucco, miglior scenografia, migliori costumi, miglior sonoro, miglior montaggio sonoro e miglior montaggio.

  • È stato il film più premiato agli Oscar 2015 ed è il film australiano ad averne vinti di più in assoluto.

Per gli appassionati del genere: ci hanno tratto una miniserie a fumetti.


Un saluto,

Martina.

Annunci

2 pensieri su “Mad Max: Fury Road di George Miller (2015)

    1. Davvero?
      A me era piaciuto un sacco!
      Considerando il livello grafico (ecc…) dei film degli anni ottanta…
      Inseguimento tra auto si, ci può stare, ma non ignorante come può esserlo in un Fast and Furious. La qualità è pur sempre firmata Miller.
      Sulla scarsità di dialoghi di Tom Hardy concordo, ma faccio presente che è così che dovrebbe comportarsi il personaggio della saga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...