Premio Nobel per la Letteratura a Bob Dylan?

Con scalpore e con -tanta- sorpresa, il Nobel per la Letteratura 2016 è stato assegnato a… Bob Dylan.

Per aver “creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana”.

Bob-Dylan-tangled-up-in-blu.jpg

  • Nasce come artista puramente folk, con chitarra acustica, armonica e solo la sua voce come accompagnamento.
  • Durante uno dei più importanti festival folk (Newport Folk Festival), nel 1965, suonò per la prima volta una sorta di folk elettrico (con chitarra elettrica),, venne additato dalla folla come “Giuda”, accusato di aver tradito lo spirito tradizionale della canzone popolare.  Potete ascoltare qualcosa qui.
  • Da quel momento in poi cercò di reinventarsi, sempre di più. Ad ogni concerto potevi ascoltare una versione differente delle medesime canzoni. Un Dylan nuovo ogni anno che passava.
  • A 21 anni aveva già composto testi come Blowin’ in the Wind, canzone simbolo dei giovani americani degli anni Sessanta.
  • Difficile non trovare qualcuno che non si sia ispirato alla sua musica: da Jimi Hendrix, ai Beatles, passando dai Guns n’ Roses. Il Boss ne parla qua.

Ma è stata una scelta giusta?

Non sono particolarmente fedele alle tradizioni, ma quella del Nobel, secondo me, è un’istituzione sacra, che va mantenuta immacolata negli anni.

Dare il premio Nobel per la Letteratura a un cantautore è forse il risultato della progressiva pigrizia della società odierna, troppo scansafatiche anche per leggere un romanzo, o farsi un’idea su un autore?

O è forse stato un modo sovversivo, quasi anarchico, da parte della giuria?

Siamo in un momento storico, culturale -aggiungetevi quello che volete- che sottovaluta, snobba, denigra il potere della parola scritta. Il magico mondo del Libro. Wow. Un universo in via di estinzione, che ha bisogno di qualche incentivo in più.

D’altro canto siamo nel 2016, è giusto considerare Letteratura ogni forma di scrittura.

Dov’è il confine tra poeta e cantautore? Chi decide se è più pura una poesia o una canzone?

Siamo noi lettori. Siamo lettori moderni. Pigri, violenti, menefreghisti. Gli anni della pop-culture ci hanno annebbiato il cervello?

Forse non solo la raccolta Ossi di seppia di Montale è degna del Nobel, era il 1925.

Dovremmo abbracciare un’idea di Letteratura più ampia?

È stato Bob Dylan a elevare la musica a forma poetica contemporanea.

Forse se lo meritava.

A voi la sentenza.

(Vi lascio un’interessante articolo su Libreriamo)

Martina.

Con la partecipazione (seppur minima, lui è troppo snob per questo blog) di Daniele B.


Early one mornin’ the sun was shinin’
I was layin’ in bed
Wondrin’ if she’d changed at all
If her hair was still red
Her folks they said our lives together
Sure was gonna be rough
They never did like
Mama’s homemade dress
Papa’s bank book wasn’t big enough
And I was standin’ on the side of the road
Rain fallin’ on my shoes
Heading out for the east coast
Lord knows I’ve paid some dues
Gettin’ through
Tangled up in blue
She was married when we first met
Soon to be divorced
I helped her out of a jam I guess
But I used a little too much force
We drove that car as far as we could
Abandoned it out west
Split up on a dark sad night
Both agreeing it was best
She turned around to look at me
As I was walkin’ away
I heard her say over my shoulder
We’ll meet again some day
On the avenue
Tangled up in blue
I had a job in the great north woods
Working as a cook for a spell
But I never did like it all that much
And one day the axe just fell
So I drifted down to New Orleans
Where I was looking for to be employed
Workin’ for a while on a fishin’ boat
Right outside of Delacroix
But all the while I was alone
The past was close behind
I seen a lot of women
But she never escaped my mind
And I just grew
Tangled up in blue
She was workin’ in a topless place
And I stopped in for a beer
I just kept lookin’ at the side of her face
In the spotlight so clear
And later on as the crowd thinned out
I’s just about to do the same
She was standing there in back of my chair
Said to me, Don’t I know your name?
I muttered somethin’ under my breath
She studied the lines on my face
I must admit I felt a little uneasy
When she bent down to tie the laces
Of my shoe
Tangled up in blue
She lit a burner on the stove
And offered me a pipe
I thought you’d never say hello, she said
You look like the silent type
Then she opened up a book of poems
And handed it to me
Written by an Italian poet
From the thirteenth century
And everyone of them words rang true
And glowed like burnin’ coal
Pourin’ off of every page
Like it was written in my soul
From me to you
Tangled up in blue
I lived with them on Montague Street
In a basement down the stairs
There was music in the cafes at night
And revolution in the air
Then he started into dealing with slaves
And something inside of him died
She had to sell everything she owned
And froze up inside
And when finally the bottom fell out
I became withdrawn
The only thing I knew how to do
Was to keep on keepin’ on
Like a bird that flew
Tangled up in blue
So now I’m goin’ back again
I got to get to her somehow
All the people we used to know
They’re an illusion to me now
Some are mathematicians
Some are carpenters’ wives
Don’t know how it all got started
I don’t know what they’re doin’ with their lives
But me, I’m still on the road
Headin’ for another joint
We always did feel the same
We just saw it from a different point
Of view
Tangled up in blue

(Tangled up in blue, Bob Dylan)


Annunci

3 pensieri su “Premio Nobel per la Letteratura a Bob Dylan?

  1. Cara Martina, sono rimasto molto deluso di questa assegnazione del Nobel a Bob Dylan, mi adpettavi che venisse assegnato o a Ko Un o a Adonis. Due grandi poeti o a Murakami, anche se no lo amo. Così va il mondo. Ciao cara Martina, un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...