Il trisavolo di Harry Potter.

Come e quando nasce il genere fantasy? 

Non farò dell’ironia dicendo che il genere fantasy ha origine con la Bibbia.

Anche se, in termini storici, è un buon manoscritto.

Bisogna innanzitutto chiarire che il genere fantasy, come lo intendiamo ora, è nato solamente due secoli fa; mentre si può dire che la letteratura fantastica è sempre esistita, dato che è difficile semplificare in cosa è reale e cosa no, basti pensare al folclore, alle tradizioni, alle superstizioni, alle fiabe e a tutti quei racconti che si tramandano da secoli.

Insomma, con quali criteri decidiamo se uno scritto antico è fantastico o meno?

La mitologia, i poemi cavallereschi, i poemi epici, i romanzi cavallereschi medievali sono, a tutti gli effetti, degli scritti di fantascienza.

Lancillotto e il Sacro Graal, Giasone e il drago, Persefone e Ade… sono personaggi fantasy, perché come puoi datare la fantasia dell’uomo?

Un concetto di fantasy totalmente differente da quello moderno, fatto di mondi fantastici, soprannaturali, con evidenti eredità dal romanzo gotico.

Il fantasy moderno

A molti piace considerare Tolkien come il padre del moderno fantasy, idea molto carina, ma non del tutto esatta. Tolkien ha rivoluzionato il genere, ma non ha posto le basi a tutti quei lavori che noi ora conosciamo, e non è solo merito suo se siamo passati dai cavalieri medievali e Harry Potter.

Charles Dickens, Julies Verne, H.G. Wells, H.C. Andersen, H. P. Lovecraft, Edgar Allan Poe, Oscar Wilde… sono solo esempi della grande onda e tendenza che tra l’Ottocento e il Novecento colpì il mondo della letteratura. Si scriveva di grandi avventure, fantasiosi personaggi immortali, castelli abitati da vampiri, viaggi ad Atlantide…

Quelli che noi ora conosciamo come romanzi d’avventura per ragazzi sono l’esoscheletro del genere fantasy.

Ma è solo grazie all’enorme successo dell’high fantasy di Tolkien e al lavoro degli Inklings che voi ora potete comprare Hunger Games nelle librerie. Portando al successo le loro opere hanno fatto intendere al mondo dell’editoria che ci si poteva fare affari con “quella roba lì”… il fantasy.

Per questo Tolkien viene considerato il padre del fantasy moderno, onore pienamente meritato.

Il trisavolo di Harry Potter, perché no?!

JRR+Tolkien.jpg

Nonostante l’enorme successo, il vero boom di vendite si ha negli anni settanta, con la pubblicazione de “La Spada di Shannara” di Terry Brooks.

Rimase comunque un genere di nicchia fino agli anni novanta, dove autori come Pratchett scalarono la classifica delle vendite, portando il fantasy sotto gli occhi di tutti.

Dal secondo millennio c’è stata una graduale trasformazione del genere, prediligendo un target di giovani (come fu all’inizio con Lewis e Tolkien, d’altronde) e adolescenti. L’era di Harry Potter era cominciata.

In duecento anni si sono create numerose correnti, filoni e sottogeneri del fantasy, tanto vari da spaziare dalla scienza, alla mitologia, allo steampunk…

Speriamo continui la sua meravigliosa evoluzione.

 

Martina. 

Annunci

4 pensieri su “Il trisavolo di Harry Potter.

  1. Pingback: 20 anni di Harry Potter – Il lato oscuro delle parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...