“Stai bene?”

No.

Non sto bene.

E vorrei che tu ti sforzassi per capirlo, per comprendere di cosa ho effettivamente bisogno. Non sono affidabile quando sto così, quindi non puoi prendermi seriamente quando dico che voglio restare sola.

Non sminuire sempre la mia condizione, per favore, non farlo.

“Non farne una cosa più grande di quella che è”; “Vedrai che non è niente”.

La mia è una malattia, non un capriccio.

E non me ne vergogno, per cui perché dovresti farlo tu?

Mi piacerebbe avere una vita normale, poter uscire di casa quando voglio e da sola, poter guidare la macchina, avere le idee chiare sul mio futuro e su chi sono.

Ma non ho queste certezze.

L’unica mia certezza sei tu.

Ma se vacilli io sono persa.

So quanti sforzi fai ogni volta. Non sono nessuno per chiedertene altri, ma se puoi cerca di comprendermi meglio.

Se per te queste mie continue altalene umorali sono un incubo, pensa quanto possano esserlo per me.

Hai una vita oltre me, lo capisco. Mi piacerebbe tanto averne una anche io così da poterti dare un po’ di respiro.

La depressione mi ha reso fragile ed estremamente succube delle alte persone.

Una volta mi piaceva stare da sola…

Ora non so che fare, non so che pensare.

Forse io e la vita non siamo fatti l’una per l’altra. Forse sono destinata a soffrire per il resto della mia vita.

Se tu ci sarai, lo farò più che volentieri.

Per ora spero solo di svegliarmi col sorriso.

Nella speranza di stare meglio,

tua Martina.

 

Annunci

3 pensieri su ““Stai bene?”

  1. Martina, tesoro, non sai quanto ti capisco, io sono bipolare e soffro di depressione da una vita a causa della Sindrome di Turner, quindi so perfettamente cosa sia la paura, l’angoscia, la sofferenza, so cosa significa gridare e vedere che nessuno ti capisce, che nessuno ti comprende veramente. So perfettamente quanto fa male sentirsi dire “Tu ingigantisci i tuoi problemi” oppure, come dicono sempre a me, “Tu ti sei adagiata troppo sui tuoi problemi, c’è chi sta molto, molto peggio di te”. E cavolo, lo so che c’è chi sta peggio di me, ma ora sono io che soffro, sono io che ho bisogno d’aiuto!!! E’ vero, le persone, presto o tardi, si stancano di aiutarti, si scocciano di starti vicino perché la depressione è un male terribile che non si vede, non è percepibile dagli altri e quindi non potranno mai capire realmente quanto tu stia in realtà soffrendo, Ma sappi, tesoro, che io ti capisco perfettamente e sono come al mille per mille. Non dire che tu e la vita non siete compatibili, non dire che dovrai sempre e solo soffrire perché non sarà sempre così. Ora non ci credi ma starai meglio, molto meglio, prima che tu possa rendertene conto, E ricorda, non sei sola, io sono con te, al tuo fianco e potrai sempre contare su di me. Forza, lotta e vinci perché vinceremo, ne usciremo vedrai. Non lasciarti andare mai. Sono con te, un bacio ed un abbraccio immenso tua Michy.

    1. Grazie per le tue parole, davvero.
      Spero finisca presto. Ne sono già passata, ne sono già uscita… ma ogni volta ritorna. Forse sono solo stanca di aspettare che riaccada.
      Un abbraccio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...