*American Sniper* – il cecchino più letale di Eastwood #Oscar2015

Ben 6 nomination agli Oscar 2015, vincitore per il miglior montaggio sonoro.

Questo film ha diviso la critica di tutto il mondo: chi lo trova il degno successore di Gran Torino e chi lo trova, invece, una schifezza disumana.

Diciamo che per me sta nel mezzo, che tuttavia non è malaccio.

TITOLO: American Sniper
GENERE: Azione, Biografico
ANNO: 2015
REGIA: Clint Eastwood
SCENEGGIATURA: Jason Hall
ATTORI: Bradley Cooper, Sienna Miller, Cory Hardrict, Jake McDorman, Navid Negahban, Luke Grimes, Kyle Gallner, Owain Yeoman, Brian Hallisay, Sam Jaeger, Eric Close, Bill Miller, Max Charles, Tom Stern
PAESE: USA
DURATA: 132 Min

La storia è -molto fantasiosamente- tratta dalla biografia di Chris Kyle, soprannominato “La Leggenda” per la sua bravura come cecchino in Iraq.

Uno dei punti a favore di questo film è senza dubbio il tema affrontato; un tema molto caro agli americani: la guerra in Iraq. Ritratta spesso al cinema, ma spesso sottovalutata o affrontata in modo ridicolo (quasi grottesco).

La dura realtà che si trovano ad affrontare i soldati, il travaglio del ritorno a casa… tutte cose che conosciamo già, ma che non possiamo comprendere.

Il dolore familiare ritratto è percepibile attraverso lo schermo, difficile rimanere indifferenti.

American Sniper è un film che va guardato, più che sentito. La sceneggiatura non è delle migliori (tralasciando il fatto che ogni 3 secondi parte un fuck, ma si sa come sono gli americani…). Consiglio la lingua originale, la voce di Cooper è decisamente meglio.

Bradley Cooper come mai visto prima. Non sono una grande fan dell’attore, l’ho apprezzato solo in “Il lato positivo“, ma si vede che gli steroidi che ha preso per bombarsi in quel modo gli hanno giovato anche per la recitazione. Convincente, ecco la parola giusta. Grosso e con una faccia da fesso. Molto meglio di quando interpreta il ragazzotto finto Casanova.

Tra l’altro, scelta azzeccatissima, vista la somiglianza con il vero Chris Kyle!

Il ver
Il vero Chris Kyle

Cosa non da poco: finalmente una storia d’amore un po’ “diversa”, sopra le righe. Ci voleva!

Un film che merita di rimanere nella storia del cinema, uno dei più belli sulla guerra. Oscar o no, Eastwood ha di nuovo fatto centro. A lui si perdona tutto.

Peccato per la debolezza dei dialoghi, scontati e poveri di contenuto.

Si: le riprese, Bradley Cooper, la storia personale.

No: i dialoghi, il finale troppo affrettato.

Voto: 7+

Se ti è piaciuto guarda anche: Lone Survivor

Annunci

6 pensieri su “*American Sniper* – il cecchino più letale di Eastwood #Oscar2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...