Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate.

foto 2

Martina, è la Vigilia di Natale, nessuno se ne frega delle tue recensioni!

Non avevo scritto pareri sui precedenti due film, poiché sarebbero stati  pieni  di brutte parole.

Questo terzo e ultimo capitolo mi è piaciuto un po’ di più, ma non per merito di Peter Jackson (non direttamente, per lo meno).

Ho troppe cose da dire, sicuramente me ne dimenticherò qualcuna…

Iniziamo col dire subito che il doppiaggio mi ha delusa; noto con rammarico che negli ultimi mesi la qualità del doppiaggio italiano è calata. Le musiche di Howard Shore passano in secondo piano, mentre nei precedenti due capitoli erano molto più intense e ci si faceva caso. Qui non le ho manco notate. Bè, tranne alla fine. I titoli di coda uguali a quelli del Ritorno del re sono fantastici.

Ho visto il film in 3D e non è stato spiacevole come pensavo, anche se rimango dell’idea che la grafica è esagerata e stucchevole.

Peter Jackson mi ha dato l’impressione di arrancare, di cercare un modo per eguagliare l’epicità della prima trilogia. Senza riuscirci. Troppa roba, troppo tutto.

Galadriel e Legolas appaiono appesantiti dall’età, maggiormente rispetto agli altri “vecchi” personaggi. Orlando Bloom poi… è abbastanza ridicolo.

foto 4

Va bene essere leggiadri e non affondare nella neve, ma così… eddddai!

Tauriel molto figa, ma altrettanto inutile. Non ha saputo dare spessore alla storia, ma non è certo colpa della Lilly.

large

Il vero assente era lui: Gollum! A un certo punto ne ho sentito la mancanza.

L’unica battuta di Saruman mi ha ricordato un receptionist. “Come posso aiutarla, signora?”

Ho passato mezzo film a cercare di ricordare dove avevo già visto lui…hobbit-gage2

… e poi ho avuto un flash! E’ Ryan Gage! The Musketeers n.b Comunque molto bravo…

La tanto celebrata Nuova Zelanda è praticamente scomparsa, si intravede giusto gli ultimi cinque minuti… un vero peccato non aver sfruttato i meravigliosi posti di quella terra.

Secondo me i veri protagonisti di questo epilogo sono due: Thorin e Thranduil. I più colpiti dal risentimento, dall’avarizia e dall’egoismo; in crescita personale verso la misericordia e il giusto.

Thorin, o meglio, Richard Armitage, ricorda i grandi tragediografi del passato. L’attore è riuscito a dare a Thorin quell’intensità che nel libro non si riesce a cogliere appieno. Tocca l’apice della bravura durante l’ultimo scontro, quando sfida Azog sul ghiaccio.

I monologhi di Armitage sono stati la parte che più ho preferito. Un Enrico IV fantastico, un Macbeth intenso. Corroso dall’oro e dalla bramosia di potere, una presenza molto teatrale.

Una storia triste e fatale. Riesce a divenire re solo dopo la sua morte, perché ha dimostrato di avere il diritto di cuore, molto più importante del diritto di sangue.

Thranduil mi è piaciuto perché non si spettina neanche un pochettino, mentre combatte contro una trentina di orchi. Ma è imparentato con Lucius Malfoy?foto 1

Anche Elrond è fighissimo… l’armatura gli dona molto.

Una cosa proprio non ho digerito… ma quei vermi giganti? Tremors della Terra di Mezzo. Che schifo.

Va bé insomma, ultimo viaggio nei regni di Tolkien. Pensavo di commuovermi e invece… nada. Giusto qualcosina, quando Bilbo saluta i nani, prima di tornare nella Contea.

The Last Goodbye? Non credo, amici.

foto 3

Se non siete in coma iperglicemico per via delle feste fatemi sapere cosa ne pensate.

Tanti auguri, Martina.

foto

Annunci

6 pensieri su “Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate.

  1. Pingback: Il meglio del 2014: libri e cinema! – Il lato oscuro delle parole

  2. Pingback: Il meglio del 2014: libri e cinema! | il Lato Oscuro delle Parole.

  3. Cara Martina, concordo su tutto, sulla musica che apprezzi solo alla fine, sulla descrizione dei personaggi, sui vermi stile Dune, solo su una cosa dissento sulla grafica che trovo spettacolosa. Le scene iniziali sono deliziose il programma Maya riesce a fare cose fantastiche, pensa al drago, non è spettacoloso o gli interni della montagna . Però il tuo giudizio è molto condivisibile. Rispetto a tanti fantasy però il risultato è notevole. Buon anno e un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...