Recensione film “Capitan America – The Winter Soldier”

Captain-America-The-Winter-Soldier-Poster
Fiiiiiinalmente ho avuto occasione di gustarmi questo film, il secondo con Chris Evans nei panni del Capitano (senza contare The Avengers…)

Regia Anthony e Joe Russo
Soggetto dai fumetti Marvel Comics di Joe Simon, Jack Kirby e Ed Brubaker.
Sceneggiatura Stephen McFeely, Christopher Markus.

Devo premettere che il primo film (2011) non mi aveva particolarmente entusiasmata. Ho imparato ad amare Capitan America leggendo i fumetti, e il film me lo aveva trasformato in una specie di bimbominkia in calzamaglia. Restando in tema: Iron Man lo apprezzo maggiormente quando c’è Robert Downey Jr. dentro l’armatura, nei fumetti non è così magnetico. De gustibus.

Le scene si aprono con lui che corre come se avesse alle spalle i padroni con le fruste. No, aspettate… ho sbagliato film.

Ta-daa! Sam Wilson, signori e signore! FALCON! Scusate, ma chi è Capitan America senza Falcon?! Sarebbe morto 56789 volte, senza l’aiuto dell’uomo alato. E che uomo alato…

Bè, insomma, i due si incontrano mentre fanno jogging e scatta subito la scintilla. Momento risate: Steve tira fuori una lista di cose da vedere/guardare/fare, per restare al passo coi tempi. Ci sono i Nirvana, Steve Jobs, Star Wars/Trek, Rocky…

Non starò qui ad annoiarvi con la trama, se lo avete visto la sapete, se non lo avete visto vi rovinerei l’appetito.

Filo conduttore della storia è, come sempre, Nick Fury. Fulcro della questione: di chi ci si può fidare?

Come se non bastasse c’è un ritorno di fiamma: l’ex migliore amico (ma si, Falcon è meglio! Lo volete capire?!) del Capitano. Solo che è… come dire? Incazzato.

Ma il cattivone sexy di turno non regge il confronto con Natasha Romanoff. Bellissima, intraprendente, ironica, letale… Vedova Nera. Lei e Steve sarebbero la coppia perfetta e cavolo, c’eravamo quasi! Ma lei rovina tutti i miei film mentali convincendolo a invitare a uscire l’infermiera…

In fin dei conti non si risolve granché con questo film. La storia è abbastanza noiosetta e la trama manca di… suspense. Rispetto al primo film migliora nei dialoghi, nella sceneggiatura, nelle location… ma la storia è troppo piatta. Inizio – problemi – qualche botta – risoluzione problemi – finale sospeso.
Si, è vero, ormai sappiamo come ragiona la Marvel, ma si poteva fare qualcosina in più.
Per accontentare i fan non basta far uscire un film ogni due mesi.

Ah, ci sarà un sequel. Nel 2016.

Annunci

3 pensieri su “Recensione film “Capitan America – The Winter Soldier”

  1. Pingback: Il meglio del 2014: libri e cinema! – Il lato oscuro delle parole

  2. Pingback: Capitan America: Civil War di Anthony e Joe Russo (2016) – Il lato oscuro delle parole

  3. Pingback: Il meglio del 2014: libri e cinema! | il Lato Oscuro delle Parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...