Recensione “X-Men: Giorni di un Futuro Passato”

X-Men, Days of Future Past

Directed by: Bryan Singer

x_men_days_of_future_past_banner-wide

X-Men, giorni di un futuro passato (titolo da scervellamento galattico), settimo capitolo dei film sui mutanti, diretto da Bryan Singer, il quale aveva già diretto i precedenti X-Men e X-Men II.

Il film inizia con la solita solfa sul destino e sul futuro. Si può cambiare? E’ già tutto scritto? Insomma, Charles, falla finita.
Il logo degli X-Men viene presentato in maniera spettacolare! Davvero bella la grafica a costruzione meccanica.

I mutanti sono stati quasi tutti sterminati, i pochi  sopravvissuti devono nascondersi e scappare da dei robot chiamati “le Sentinelle“, creati da un nano malefico di nome Trask.

Già nelle prime scene compaiono dei mutanti che, nei precedenti film, non c’erano: Sunspot, Blink, Warpath e Alfiere. Mentre ritroviamo vecchie conoscenze: Uomo Ghiaccio, Kitty e Colosso.

Ma il migliore di tutti è, senza dubbio, QuickSilver! Particolarmente amato da me già dai fumetti, sono riusciti a “ricrearlo” alla perfezione! #teamPietro

Il succo della storia è che Wolverine, stranamente, è il protagonista di questo salto nel tempo mentale. Bisogna avere un minimo di dimestichezza con l’universo X-Men per seguire e capire la storia, altrimenti fate la fine di mia madre che, per tutta la durata del film, mi chiedeva spiegazioni. Che tortura.

Grazie ai poteri di Kitty la mente di Logan torna nel suo io-giovane, il quale dovrà cercare il Professor X (Charles Xavier) e Magneto. Insieme dovranno fermare Mystica, prima che venga catturata e usata come cavia per creare, appunto, le Sentinelle, capaci di cambiare forma e adattarsi in base alle circostanze. In pratica, impossibili da sconfiggere.

Wolverine si risveglia in un corpo da sbal… ehm, più giovane (in America, nel 1973) e si reca nella scuola per mutanti, con la speranza di trovare il Professore. Lo trova, dopo una breve discussione con il suo cane da guardia, Bestia/Hank. Charles da giovane è senza dubbio più divertente: sembra un barbone drogato, ma almeno è ironico!

La scena più bella: la scarcerazione di Erik! Perché era finito in prigione? Magneto è stato accusato di aver sparato al Presidente. Quale Presidente? J.F.K. Ah, a quanto pare era un mutante. Bella trovata.

Inaspettatamente si scopre quanto è successo ad alcuni dei mutanti presenti in X-Men: First Class: Banshee, Angel, Emma Frost e Azazel. Mystica trova i loro fascicoli nello studio del nanetto malvagio, il quale li ha adoperati per “scopi scientifici”. Bè, non hanno fatto una bella fine.

Secondo me nel film sono presenti due errori: un errore nel doppiaggio (Charles dice “Hank”, al posto di “Erik”) e un errore nella timeline della storia (cosa ci fa Logan in America? Non dovrebbe essere con suo fratello in Vietnam?).

Verso la fine diventa tutto un po’ noioso, cosa strana per un film del genere. Ho preferito di gran lunga l’inizio, anche se meno movimentato.

Il finale, praticamente, annulla i precedenti 6 film: la storia viene completamente ribaltata e riveduta.

Attori, come sempre, eccezionali (si… anche tu, McAvoy…). Guardando Hugh recitare non si può che esclamare: Jackman è nato per essere Wolverine! Chi meglio di lui?

Ultima osservazione: sbaglio o questa volta non compare Stan Lee?

In conclusione: film degno dei precedenti, sebbene non sia fedele ai fumetti. Effetti speciali… davvero speciali (ma non l’ho visto in 3D). Qualche sbavatura ed errore nella storyline e nella timeline (non ho digerito come hanno “trasformato” Stryker!), ma tutto sommato niente male.

Non preoccupatevi, ci sarà un sequel: Apocalisse.

Annunci

2 pensieri su “Recensione “X-Men: Giorni di un Futuro Passato”

  1. Pingback: Il meglio del 2014: libri e cinema! – Il lato oscuro delle parole

  2. Pingback: Il meglio del 2014: libri e cinema! | il Lato Oscuro delle Parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...